Il Quarzo Fluorescente della Sassa

 

L’anno scorso abbiamo fatto il ritrovamento di alcuni pezzi di grandi dimensioni provenienti da questa località.

 

 

Nel punto indicato nella mappa (appena sopra il cimitero) non c’è bisogno di scavare, né di spaccare la roccia; i massi si trovano in giro per il bosco.

Il Quarzo della Sassa, se esposto ai raggi ultravioletti, sia onda lunga (UVL) che onda corta (UVC), mostra un’intensa fluorescenza gialla.

Questa zona si trova ai margini dell’area geotermica di Larderello. Gli elementi chimici che si sospetta siano gli attivatori della fluorescenza sono:
– (UO2)2+, Tb3+, Eu3+, Dy3+, Sm3+, Ce3+ per la fluorescenza in giallo del quarzo;
– Sm3+, Dy3+, Eu+3, Mn2+ per la fluorescenza in rosso che accompagna la calcite.
(fonte – LUMINESCENCE SPECTROSCOPY: A POWERFUL TOOL FOR STUDYING HYDROTHERMAL MINERALS. THE EXAMPLE OF REE-DOPED SILICA PHASES IN A SINTER DEPOSIT CLOSE TO LARDERELLO GEOTHERMAL FIELD, ITALY – Dallegno et Al. 2013)

 

Di seguito alcuni dei pezzi più grossi che abbiamo trovato.

 

 

Precedente Corrado Vietti a TUCSON 2018 Successivo Il Quarzo di Herkimer

Lascia un commento

*